Festa 17 marzo: pagheranno i lavoratori !

tb_repubblica_italiana.jpgPer le celebrazioni del 150° anniversario dell’unità d’Italia il 17 marzo sarà considerato giorno festivo.
Ma per evitare ulteriori costi a carico della finanza pubblica e delle imprese private, il giorno di riposo sostituirà, per il solo 2011, la festività soppressa del 4 novembre, che ai temi dell’austerity (1977) venne spostata alla prima domenica del mese.
Al 4 novembre, in virtù di quelle norme, si applicano di solito le disposizioni previste per le festività che cadono di domenica: i lavoratori dipendenti hanno diritto ad un giorno di retribuzione ulteriore, in aggiunta al normale stipendio mensile, che deriva dalla mancata possibilità di usufruire della festività. Ma, col Decreto appena approvato, le regole previste per il 4 novembre, si applicano alla nuova festa nazionale.

Perciò i lavoratori, nel prossimo mese di novembre 2011, non riceveranno in busta paga il pagamento di una giornata, in aggiunta alla normale retribuzione, poiché, per compensare, avranno fatto festa il 17 marzo.
I lavoratori retribuiti sulla base delle ore di lavoro effettivamente prestate avranno diritto alla normale retribuzione giornaliera, comprensiva di tutti gli altri elementi accessori, in misura pari ad 1/6 dell’orario settimanale di lavoro. Se invece quel giorno dovranno lavorare, avranno diritto, per quella giornata lavorata, ad una maggiorazione del 60 per cento del compenso.

Siccome il giorno in questione capita di giovedì, già tutti parlano di ponte del 17 marzo. Se questo sarà l’orientamento prevalente, per le aziende non ci sarà affatto da festeggiare.
Per saperne di più sulle feste del 2011 basta un click sul seguente link:
http://www.intrage.it/rubriche/festivita_ricorrenze/natale/simboli_natalizi/articolo405.shtml

 

Festa 17 marzo: pagheranno i lavoratori !ultima modifica: 2011-03-01T11:27:58+01:00da duezii
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Festa 17 marzo: pagheranno i lavoratori !

Lascia un commento