La Vera Parabola della Vita

noe_e_la_grande_arca.jpgIl Primo giorno, Dio creò la Mucca e disse:
“Dovrai  andare nei campi con il Contadino, soffrire tutto il giorno sotto il Sole,  figliare in continuazione e farti spremere tutto il latte possibile: ti  concedo un’aspettativa di vita di 60 anni”.
La Mucca rispose:
“Una vita  così disgraziata me la vuoi far vivere per 60 anni? Guarda, 20 vanno  benissimo, tieniti pure gli altri 40”.
E così fu.
Il Secondo giorno, Dio creò il Cane e disse:
“Dovrai sedere tutto il giorno dietro l’ingresso della  Casa dell’uomo, abbaiando a chiunque si avvicini. Ti assegno un’aspettativa  di vita di 20 anni”.
Il Cane replicò:
“20 anni a rompermi le palle e a romperle agli altri? Guarda, 10 sono più che sufficienti, tieniti pure gli  altri”.
E così fu.
Il Terzo giorno, Dio creò la Scimmia e disse:
“Dovrai  divertire la gente, fare il pagliaccio ed assumere le espressioni più idiote  per farla ridere. Vivrai 20 anni”.
La scimmia obiettò:
“20 anni a fare il  cretino? Mi associo al cane e te ne restituisco 10”.
E così fu.
Infine,  Dio creò l’Uomo e disse:
“Tu non lavorerai, non farai altro che mangiare,  dormire, trombare e divertirti come un matto. Ti assegno 20 anni di  vita”.
E l’Uomo, implorante:
“Come, 20 anni … solo 20 anni di questo  Bengodi? Senti, ho saputo che la Mucca ti ha restituito 40 anni, il Cane 10 e  la Scimmia altri 10, sommati ai miei 20 farebbero 80, dalli tutti a  me!”.
E così fu.
Ecco perchè per i primi 20 anni della nostra vita non  facciamo altro che mangiare, dormire, giocare, trombare, godercela e non fare un cazzo, per i successivi 40 lavoriamo come bestie per mantenere la  famiglia, per gli ulteriori 10 facciamo i cretini per far divertire i  nipotini e gli ultimi 10 li passiamo rompendo le palle a  tutti.

La Vera Parabola della Vitaultima modifica: 2011-02-10T17:18:00+01:00da duezii
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento