NEWS su: L’IVA sulla Tassa Rifiuti Solidi Urbani NON va pagata !

immondizia.gifIl rimborso si può chiedere per gli ultimi 10 anni, e non sarà poco !
In linea con l’orientamento della comunità europea, la Corte di Cassazione ha infatti stabilito che la somma dovuta dai cittadini per la raccolta e lo smaltimento della spazzatura è una tassa e non una tariffa.
Questa è una sentenza molto importante perché, se fosse una tariffa, sulle bollette si potrebbe applicare l’Iva ma questo diventa illegittimo se, come è, si tratta di una tassa !
Intanto al nostro Comune di residenza ci hanno detto che l’istanza va rivolta all’Ufficio delle Entrate, perchè, ormai, hanno rigirato quanto incassato, trattandosi di IVA, quindi di tributo statale.
Dopo le rispostacce avute dal Codacons alle nostre richieste di chiarimento (vedi nostro precedente post del 2 aprile scorso nella categoria Vita Quotidiana
in particolare l’iva sulla tassa rifiuti solidi urbani non va pagata) non ci siamo dati per vinti e abbiamo trovato un paio di alternative per chi vanta un credito al di sotto della cifra obbligatoria richiesta da Codacons come iscrizione BIENNALE … 100 euro anche se il credito è minore !!).
A noi l’ANPAR ha risposto così:
Salve, desideravo sapere se possiamo rivolgerci a voi per aderire all’azione di recupero dell’IVA come sentenziato dalla Cassazione in maniera definitiva.
Noi siamo un Organismo di Conciliazione iscritto al Ministero della Giustizia, abilitati a conciliare le parti  che non intendono adire  alla giustizia ordinaria. La questione prospettata, ancora per poco,  rientra fra le questioni cosiddette di base e che tra non molto  diventeranno obbligatorie  prima di iniziare una causa. Se, vuole o volete avviare un tentativo  di conciliazione deve richiedere alla segreteria ANPAR il modulo  di richiesta  di invito all’altra parte alla conciliazione.
In caso affermativo, che spese sono previste ?
Unitamente alla richiesta di conciliazione deve effettuare un bonifico  di 30 euro per spese di segreteria, per ogni parte che intende proporre la conciliazione,  secondo le coordinate specificate nel modulo che Le inviamo. Una volta  invitata la controparte alla conciliazione questa può aderire o non aderire alla conciliazione. Se aderisce le parti  prima di nominare il conciliatore dovranno versare 60 euro per parte quale compenso al conciliatore, sempre attraverso bonifico bancario. 
In caso negativo, sapreste consigliarci che via intraprendere ?
Sconsigliamo ogni tipo di associazione consumatori per il momento ed attendere l’entrate in vigore della legge che rende obbligatorio la conciliazione per tutte le controversie civili e commerciali (art. 39 della legge finanziaria 2009) oppure attendere  l’entrate in vigore della Class Action  (1 luglio 2009) che prevede prima  del giudizio ordinario il tentativo di conciliazione per tutti.
Per saperne di più sulla conciliazione consulti il sito 
www.anpar.it oppure www.alboconciliatori.it
Altro che esclusiva del Codacons !!!

Il modulo per agire da soli l’abbiamo trovato online e il link da cui scaricarlo lo trovate sul nostro post all’indirizzo:
http://duezii.myblog.it/archive/2009/10/14/ecco-il-modulo-dato-che-l-iva-sulla-tarsu-tia-non-va-pagata.html


L’altra ce l’ha fornita l’amica Roberta e basta un click per leggerla: http://idee-per-risparmiare.blogspot.com/2009/05/recupero-iva-sulla-tassa-rifiuti.html

L’ultimo aggiornamento del 2 febbraio 2012 lo trovate qui:
http://duezii.myblog.it/archive/2012/02/12/la-tassa-sui-rifiuti-solidi-urbani-e-una-tassa-quindi-no-iva.html#comments

NEWS su: L’IVA sulla Tassa Rifiuti Solidi Urbani NON va pagata !ultima modifica: 2009-05-04T16:32:00+02:00da duezii
Reposta per primo quest’articolo

9 pensieri su “NEWS su: L’IVA sulla Tassa Rifiuti Solidi Urbani NON va pagata !

  1. Io sono convinta che anche se rimborseranno qualcosa poi se la riprenderanno sottoforma di tassa, vedi qui da noi si parla di un aumento della tariffa del 60% hai letto bene sessanta, dopo tutto lo scandalo tra i nostri governanti cittadini e regionali alla fine chi pagherà tutto saremo noi che già pagavamo la tariffa più alta di tutta l’Italia per non avere nessun servizio fatto a dovere e ancora oggi non è fatto come si dovrebbe.

    Un saluto e buon inizio settimana!

  2. ..ormai abito sola da un po’, ma queste cose di amministrazione familiare non riesco proprio a farmele piacere..dovrei essere piu’ attenta per non farmi fregare soldi, ma proprio non ce la faccio..

    P.S.
    Che abbia bisogno di un uomo???? 🙂

  3. anchio ho ricevuto la tassa con l’iva inclusa, sono andato presso gli uffici del comune e hanno risposto che per adesso di pagarla e poi di fare ricorso, non mi sembra logico tutto questo, sembra un raggiro da parte del comune poi si va a finire come al solito chi avuto avuto e chi ha dato ha dato……

Lascia un commento