Mini cheesecakes con salsa di lamponi freschi

minicheesecake_200.jpgIngredienti (per 9 cheesecakes)
100 g di cioccolato in pezzi
40 g di burro
250 grammi di biscotti sbriciolati
1 confezione di formaggio fresco tipo Philadelphia da 300 g
6 cucchiai di zucchero a velo
140 ml di panna
succo di una arancia
250 grammi di lamponi più qualcuno per decorare
Preparazione:
Allineate 9 pirottini in una placca da muffins.
Sciogliete cioccolato e burro mescolandoli.
Aggiungete i biscotti sbriciolati e spalmate la mistura sul fondo e sulle pareti dei pirottini.
Mettete a raffreddare per 15 minuti.
Mescolate il formaggio fresco con 4 cucchiai di zucchero a velo e mescolate sino a che il composto non diventa liscio.
Aggiungete la panna e montate la crema, aggiungendo gradualmente due cucchiai di succo d’arancia.
Riempite con la crema i pirottini e fate raffreddare per un’ora in frigorifero.
Nel frattempo, mettete i lamponi in un tegame con il resto dello zucchero a velo e del succo d’arancia.
Ponete su fuoco medio e mescolate per far sciogliere lo zucchero a velo, quindi fate sobbollire per 2-3 minuti.
Passate al setaccio e lasciate raffreddare ed addensare.
Mettete tre lamponi sulla sommità di ogni cheesecake e nappate con un cucchiaio di salsa.

Mini cheesecakes con salsa di lamponi freschiultima modifica: 2008-11-14T14:16:00+01:00da duezii
Reposta per primo quest’articolo

34 pensieri su “Mini cheesecakes con salsa di lamponi freschi

  1. Intitolazione del dipartimento di Chimica Industriale dell’Università di Messina al Prof. Adolfo Parmaliana.

    Per tutti i visitatore di questo blog,
    “IL COMITATO PRECARI INVISIBILI E DI SERIE B”
    http://precariinvisibilimessina.myblog.it

    INFORMA

    Che alcuni giovani studenti ha proposto una raccolta firme per chiedere al Magnifico Rettore dell’Università di Messina, Prof. Francesco Tomasello, di Intitolare al Prof. Adolfo Parmaliana, una struttura presso l’Ateneo, nella Facoltà di Scienze MM.FF.NN., preferibilmente nel Dipartimento di Chimica Industriale, una aula, un laboratorio, o ciò che si ritiene opportuno. Si chiede questa intitolazione per il Prof. Adolfo Parmaliana per ricordare il Suo rigore scientifico, umano e professionale; per le Sue attività didattiche; per le Sue ricerche; per le Sue pubblicazioni e per i suoi brevetti. Il professore Parmaliana, scomparso tragicamente il 2 ottobre 2008, nella sua ultima lettera scrisse “ HO TRASCORSO 30 ANNI BELLISSIMI DENTRO L’UNIVERSITA’, INNAMORATO ED ENTUSIASTA DELLA MIA ATTIVITA’ DI DOCENTE UNIVERSITARIO E DI RICERCATORE. I PROGETTI DI RICERCA, LA RICERCA DEL NUOVO ERANO LA MIA VITA”.

    Per la raccolta di firme on-line entrate nel sito: http://www.firmiamo.it/chimicaindustrialeunime

    Inoltre se ci date una mano per divulgare il messaggio.
    Un grazie immenso.

    Cordiali Saluti
    Comitato Precari

  2. Ciao zietti, per colpa mia era un po’ che non passavo, ma x fortuna, come nella parabola del figliol prodigo, avete accolto il mio ritorno con queste prelibatezze. I miei lamponi sono freschi o, per punizione, sono stati prima saltati nella padella della strega di Biancaneve?????

  3. Cari nipotini oggi gli Zii sono a casa in malattia e forse anche domani ma non fate finta di niente e lasciate tanti messaggi per tenerli allegri anche se forse non avranno la forza di rispondere a tutti in giornata ma … dopo si !!!! Felice settimana a tutti voi !!!!!!

  4. Allora ancora a letto??? spero proprio di no e che vi stiate riprendendo, certo con questo freddo birbone che è arrivato non deve essere facile per chi è in preda anche all’influenza, mi raccomando meglio rimanere un giorno in pù sotto alle coperte che fare gli eroi uscire e beccarsi una bella ricaduta.
    Quindi calma, state riguardati tanto noi qui aspettiamoa non abbiamo nessuna fretta.
    Un abbraccio e tanti auguri di pronta guarigione.

  5. Buongiorno Zii, torno da un periodo un po’ travagliato e non me la sono sentita di non essere presente con tutto il mio affetto per voi, stavo andando via da questo mondo ma sono tornato perché ho bisogno di stare qui anche con voi, che siete splendidi. Ho continuato a leggervi anche se non lasciavo commenti e ora vi lascio il mio saluto e vi dico che mi siete mancati…
    spero di rivedervi presto perché i vostri passaggi mi sono anch’essi mancati…
    Un forte abbraccio dal vostro nipotino…
    fatemi ritornare in forma e vi darò tutta la mia simpatia per come mi avete conosciuto.
    A presto…

Lascia un commento