La vera tradizione italiana dei “morti”

Queste statuette composte da un impasto zuccherino solidificato al forno e colorato a mano, il giorno dei morti si trovavano nelle case siciliane. Avevano una duplice funzione: era il pasto preparato per i defunti che venivano nelle case o uno dei tanti regali lasciati dagli stessi per i bimbi.C’era una volta la festa dei morti, in cui i cari defunti … Continua a leggere

Educazione familiare

Una mamma sta lavorando in cucina e ascolta suo figlio di sette anni mentre gioca col suo nuovo trenino elettrico. Il trenino si ferma e il figlio dice: “Tutti gli stronzi che devono scendere alzino il culo e si levino dalle palle, perché questa è l’ultima fermata prima di Firenze. I figli di puttana che devono andare in quella città … Continua a leggere

Tanto per farsi una cultura … Il “Beccamorto”

Durante il Medioevo, quando un uomo moriva, per certificarne la morte veniva chiamato il medico condotto, il quale, per verificare l’effettivo decesso, usava infliggere dolore al deceduto.Il modo più comune utilizzato in quel tempo era un potente morso inflitto alle dita dei piedi, quasi sempre l’alluce. Nel dialetto del popolino, il medico assunse così il nome di “beccamorto”.Questa pratica diede … Continua a leggere

Paccheri al forno con i peperoni

INGREDIENTI PER 4 PERSONE400 g di paccheri di Gragnano 250 g di peperoni gialli 250 g di peperoni rossi 1 spicchio di aglio 50 g di capperi sotto sale 3 filetti di acciuga sott’olio 50 g di olive nere 50 g di pangrattato 1 ciuffo di prezzemolo 1 cucchiaio di origano 3 cucchiai di olio extravergine di oliva sale pepe … Continua a leggere

Appena giunto in ufficio …

… squilla il telefono. Il Carabiniere alza la cornetta e dice: ‘Chi osa rompere i coglioni già a quest’ora ?’ A quel punto si sente strillare dalla cornetta: ‘Lei non ha la minima idea chi sono io !! Sono il GENERALE !!!!’ A quel punto il Carabiniere risponde: ‘… e lei sa chi sono IO ?’ Il generale sbalordito risponde: … Continua a leggere

Un boa capo …

Un boa dopo aver fatto una lunga siesta, esce dal nascondiglio e va in giro per la savana.Incrocia una zebra che gli dice:“Salute, capo!”.Il boa è un po’ meravigliato ma prosegue la passeggiata fino ad incontrare un elefante gli dice:“Buongiorno, capo!”.Il boa non capisce, ma incontra vari altri animali che lo salutano con l’appellativo di “capo”.Finalmente incontra il leone che … Continua a leggere

Incredibile ma geniale !

Se siete a casa è sufficiente che siate in una stanza non troppo piccola, se siete in ufficio il discorso è simile ma si complica se non siete da soli ! Qualcuno, infatti, potrebbe dubitare della vostra salute mentale ma ne vale la pena … o no ??? Dipende … Comunque dovete alzarvi dalla sedia e allontanarvi di qualche metro … Continua a leggere